formigine oggi quotidiano on line di informazione.
ULTIMA EDIZIONE DEL TG
 

I sindaci dell'Unione incontrano l'Ausl: “Più investimenti per l’Area Sud”

I sindaci dell'Unione incontrano l'Ausl: “Più investimenti per l’Area Sud”

giovedì 11 giugno 2020
di Eleonora Alboresi

L’Ausl Modena è disponibile ad effettuare investimenti per implementare e potenziare i servizi sanitari all’interno del Distretto Ceramico. La decisione è stata presa a seguito di una videocall tra i sindaci di Formigine, Fiorano Modenese, Frassinoro, Maranello, Montefiorino, Palagano, Prignano sulla Secchia e Sassuolo e i rappresentati dell’Azienda Sanitaria Antonio Brambilla, Silvana Borsari e Federica Ronchetti. In particolare i sindaci hanno evidenziato una disparità di trattamento tra i tre territori in cui è suddivisa la Provincia di Modena, per quanto riguarda lo stanziamento di risorse e gli investimenti che il Servizio Sanitario Regionale vuole effettuare nel quinquennio 2020-2025. Se all’Area Sud verrebbero destinati 6.387.000 euro a fronte di un monte risorse pari a oltre 278 milioni di euro, infatti, i sindaci hanno ricordato che “l’Area Sud” comprende tre distretti sanitari (Sassuolo, Vignola e Pavullo), che ospitano complessivamente il 35% dei residenti della Provincia. “Da anni – ha commentato il presidente dell’Unione Francesco Tosi - l’Area Sud chiede interventi e strumenti indispensabili non tanto per aumentare ma anche solo per mantenere e migliorare gli ottimi servizi offerti ed aprire nuovi reparti, come ad esempio la terapia intensiva dell’ospedale di Sassuolo. Senza risorse è impensabile ottenere strumenti o mantenere i servizi efficienti e quelle che il Servizio Sanitario Regionale ha intenzione di impegnare per i prossimi 5 anni per l’Area Sud non sono solamente insufficienti ma assolutamente sbilanciati rispetto al resto della Provincia”.