formigine oggi quotidiano on line di informazione.
ULTIMA EDIZIONE DEL TG
 

Marina Messori lancia due raccolte firme sul tema sicurezza, il consigliere Pinelli risponde

Marina Messori lancia due raccolte firme sul tema sicurezza, il consigliere Pinelli risponde

giovedì 2 gennaio 2020
di Serena Pennella

Sabato scorso sono partite due raccolte firme promosse dalla consigliera comunale Marina Messori sul tema della sicurezza. “Continuano i furti nelle abitazioni del nostro territorio, quali misure concrete intende intraprendere l’amministrazione? A bilancio – si legge nella nota di Messori - tante misure per fare “cassa”, ma nulla per tutelare la proprietà privata e la sicurezza dei propri cittadini che non devono essere soltanto contribuenti”. La candidata alle prossime elezioni regionali contesta lo stanziamento di 30.000€ per l’acquisto di un mezzo come ufficio mobile per la polizia locale (“mi domando se non possa diventare un incentivo per i ladri che potranno evitare le zone pattugliate da questa unità recandosi in una frazione distante”) e sostiene che l’amministrazione avrebbe dovuto: “adeguare l’organico di polizia locale secondo le esigenze del nostro territorio consentendo un pattugliamento costante in ogni frazione e non una semplice rotazione spot”. “A tal proposito – continua Messori - è iniziata una raccolta firme per richiedere un maggiore pattugliamento del territorio formiginese”. La seconda raccolta firme riguarda via Monzani, a Casinalbo, ed ha lo scopo di tutelare i pedoni dalle auto che sfrecciano su quel tratto. Non tarda ad arrivare la risposta di Luca Pinelli, consigliere e capogruppo della lista civica Formigine Città in Movimento, controbattendo che “sulla sicurezza dei cittadini l’impegno dell’amministrazione è in primo piano; tutti gli sforzi che si potevano fare a livello comunale sono stati fatti o in corso d’opera”. L’esponente di Formigine Città in Movimento riporta come esempio le nuove assunzioni di agenti, la nuova organizzazione dei turni, le 150 telecamere e gli oltre 30 gruppi di controllo del vicinato. “Dispiace vedere strumentalizzare a fini elettorali temi delicati come quello della sicurezza” - continua Pinelli - “Messori chiede chiede "più pattugliamenti”, ma l'acquisto dell'ufficio mobile non la aggrada perché pensa che alla sua vista i ladri vadano altrove: non è proprio questo lo scopo di pattugliare il territorio? scoraggiare i malintenzionati? Cosa dovremmo fare?”. Infine riguardo al problema di via Monzani ribatte che sarebbe da capire quale strategia adottare “visto che la consigliera Messori e alcuni suoi colleghi sono sempre stati contrari alle multe da parte della polizia locale, perchè secondo loro sono solo un modo per vessare i cittadini”.




 


  • Salmon Trade